Mauro Bochicchio

Sindaco di Castel di Lama

Nozze d’argento per la Fiera del SS. Crocifisso. Un appuntamento che ormai fa parte della nostra cultura e che quest’anno si ripropone affiancando alle tradizioni tante novità che hanno un tema comune: la qualità del cibo, la sua provenienza e la sua preparazione. 

Come l’anno scorso lo stand centrale della ristorazione sarà dedicato al food kmZero con materie prime fornite tutte da produttori locali associati a Coldiretti. Attorno allo stand invece ci sarà spazio per tanti “laboratori” nel quale si potrà scoprire come si preparano alcuni cibi della nostra tradizione culinaria, come si munge una pecora e una mucca o come si prepara la ricotta. Insomma tante novità per tutti i gusti.

Per rendere la Fiera ancora più attraente abbiamo poi fatto tre grandi sforzi. Abbiamo investito ancora di più sulla zootecnica. Con l’arrivo di molti capi da Macerata, la presenza di animali in fiera potrebbe quasi raddoppiare rispetto all’anno scorso. Abbiamo abbassato un po’ le tariffe per gli espositori e ci siamo assicurati la presenza di Paolo Belli e della Big Band nella giornata di Venerdì. 

Insomma come potete capire non è stato semplice ma alla fine tutto ciò è riuscito grazie alla generosità di tanti sponsor locali, alla professionalità della nostra consigliera delegata Cinzia Fazzini, una donna che non molla mai, e all’amore incondizionato per questa manifestazione di Domenico Marozzi. Senza di loro non sarebbe Fiera.

Mauro Bochicchio

Sindaco di Castel di Lama

Abbiamo investito ancora di più sulla zootecnica.

Cinzia Fazzini

Consigliere comunale con delega alla Fiera

Edizione numero venticinque: nozze d’argento tra Castel di Lama e la Fiera del Santissimo Crocifisso; un appuntamento, o meglio, ormai, una tradizione lamense, che chiude da venticinque anni le estati della vallata picena.

Il profumo dell’erba tagliata, le staccionate pronte, tendoni e box dei cavalli che iniziano ad apparire, annunciano l’arrivo della Fiera, tanto attesa da grandi e piccini.

Quest’anno la conosciamo un pò di più rispetto allo scorso anno e, oggettivamente, abbiamo avuto tempo per organizzarci, speriamo al meglio. 

Ma ogni cosa è imprevedibile, tranne la pioggia nella giornata di domenica.

Lo scorso anno, invece, è stata una scoperta giornaliera, sia durante la fase organizzativa, sia nei quattro giorni di Fiera. Vedere però trasformata una piantina realizzata su un foglio di carta, in gazebo reali, che piano piano si andavano a posizionare, e vedere l’arrivo degli animali con i loro strani versi, non lo nascondiamo, ci ha emozionato.

Credo che questa emozione non svanirà nelle prossime edizioni, perché osservare il volto, non solo dei nostri amici e familiari, ma dei nostri cittadini e di tutte le persone che aspettano questo giorno e percorrono, felici e curiosi, quel viale, è il principale motivo che ci spinge ogni anno, ad affrontare questa enorme sfida.

Buon divertimento a tutti e buona venticinquesima edizione della fiera.

Una tradizione lamense, che chiude da venticinque anni le estati della vallata picena.

Domenico Marozzi

Membro dello Staff del Sindaco

Cari amici, è ormai tempo di bilanci.

Quando si raggiugono questi traguardi è inevitabile che ci si guardi indietro e si ripercorrano momenti fondamentali della propria vita.

La Fiera, è ormai noto, è stata ed è una grande “maestra” che mi ha consentito di crescere dal punto di vista professionale in maniera determinante.

Ahimè… anche dal punto di vista anagrafico, ma questo è un altro capitolo!

In questi anni, tra alti e bassi, ho avuto il piacere di collaborare con tantissime persone, tutte motivate e tutte con un unico scopo da raggiungere:

rendere la Fiera un evento da ricordare, un evento che ponesse Castel di Lama agli onori della cronaca.

L’agricoltura è vita, è salute, è amore ma anche fatica.

E se in questi 25 anni siamo riusciti a trasmettere tutto questo, allora possiamo ritenerci orgogliosi del lavoro svolto.

Auguro a tutti di poter, ancora una volta, “assaporare” le atmosfere che solo la Fiera del SS Crocifisso di Castel di Lama sa regalare!

L’agricoltura è vita, è salute, è amore ma anche fatica..

Alessandro Visotti

Direttore della Federazione Interprovinciale Coldiretti Ascoli Fermo

Coldiretti è sempre più orientata alla valorizzazione delle produzioni agroalimentari dei tanti territori italiani e quindi del “CIBO” vero, salubre, garantito sotto tutti gli aspetti della sicurezza alimentare e del gusto ma soprattutto della provenienza.

Da qui l’attuale sensibilizzazione europea “Stop Cibo Anonimo” con la raccolta firme per ottenere definitivamente l’obbligatorietà dell’origine delle materie prime nelle etichette di tutti i prodotti agroalimentari.

Per tutto ciò il contributo di Coldiretti Ascoli Fermo alla Fiera del SS Crocifisso 2019 sarà improntato a far vivere la campagna ai tanti visitatori.

Far vivere la campagna ai tanti visitatori.